tel. 091 580876
segreteria@accademiadipalermo.it
Storia dell'arte medievale

Storia dell'arte medievale A.A. 2018-2019

PROGRAMMA E INFORMAZIONI

Obiettivi e contenuti del corso

Il corso intende fornire le competenze e gli strumenti culturali necessari a orientarsi, criticamente, nel composito panorama della produzione artistica italiana ed europea dall’età tardoantica fino al rinnovamento giottesco. Il corso è strutturato in modo da fornire un inquadramento delle principali vicende artistiche che hanno caratterizzato i secoli di riferimento – indagandone le nodali problematiche storico-critiche – e proponendo, al contempo, un approfondimento monografico, dedicato quest’anno alle relazioni culturali e artistiche intercorse tra la Sicilia e il bacino mediterraneo dall’XI al XIV secolo, con particolare riferimento al contesto peninsulare.

Nella parte istituzionale del corso, l’arco cronologico che va dal IV al XIV secolo, sarà trattato per macro-argomenti: la prima età cristiana e l’eredità imperiale; Costantinopoli nuova capitale; la rinascenza giustinianea e Ravenna; i regni romano-barbarici; gli Arabi in Europa; le età carolingia e ottoniana; i secoli del Romanico e del Gotico. In questo percorso storico, saranno enucleati alcuni nodi critici delle arti nel Medioevo, come: le convenzioni rappresentative; le arti ‘guida’ e l’evoluzione delle tecniche; il rapporto con l’antico tra eredità, riuso e citazione; il rapporto centro-periferia; l’apporto delle culture non latine nella costruzione dell’espressione artistica ‘europea’; le tensioni naturalismo/antinaturalismo e classico/anticlassico; l’evoluzione della figura dell’artista-artifex e delle prassi produttive, dalle officine imperiali ai monasteri fino alle botteghe comunali; la rappresentazione del ‘diverso’, dell’aldilà, del meraviglioso (mirabilis, magicus, miraculosus), dello spazio mistico.

Il percorso monografico è un focus sul tema dei rapporti e degli scambi culturali tra Sicilia e bacino mediterraneo tra XI e XIV secolo, con particolare attenzione alle relazioni tra la Sicilia occidentale e il contesto peninsulare. Partendo dall’analisi delle vicende storiche, dei contesti politici e delle rotte commerciali nei secoli di riferimento, si cercherà di costruire una ‘mappa’ delle relazioni culturali ed artistiche intercorse all’interno dell’area mediterranea, per concentrarsi infine su un caso-studio emblematico di tali relazioni: il rapporto tra Pisa e la Sicilia occidentale, indagato in un recente saggio di Giuseppe Abbate. Più in generale, il rapporto tra Sicilia e Toscana tra Due e Trecento, sarà letto anche attraverso l’analisi di alcune opere conservate nella Galleria regionale di Palazzo Abatellis.

Modalità didattica

Lezioni frontali. Nel corso delle lezioni gli studenti sono invitati a esercitarsi nella lettura delle immagini e nell’analisi delle fonti proposte, al fine di stimolare un ragionamento critico sulle opere. Sulla base del numero degli iscritti al corso, potranno essere programmate occasioni di approfondimento, come visite alle collezioni della Galleria Regionale di Palazzo Abatellis e seminari.

Programma d’esame e bibliografia obbligatoria

Per il superamento dell’esame è necessaria la conoscenza delle principali vicende artistiche comprese tra il IV secolo e la prima metà del Trecento e la padronanza dell’argomento monografico del corso. È dunque obbligatorio lo studio di:

  • appunti individuali, dispense e PowerPoint forniti dalla docente (le modalità di diffusione saranno chiarite a lezione);
  • un buon manuale di storia dell’arte. Quello consigliato è A. Pinelli, Le ragioni della bellezza, volume 2 – Dalla tarda antichità a Giotto, Loescher, Torino 2012, edizione rossa. Lo studente può concordare un manuale diverso con la docente, purché non sia in versione ‘ridotta’;
  • il saggio: G. Abbate, Pisa e la Sicilia occidentale. Contesto storico e influenze artistiche tra XI e XIV secolo, Kalós, Palermo 2014;
  • le voci: “Architettura”, “Pittura”, “Miniatura”, “Scultura”, “Oreficeria” in Arti e tecniche del Medioevo, a cura di Fabrizio Crivello, Einaudi, Torino 2006 e successive edizioni.

Altre indicazioni bibliografiche di approfondimento, facoltative, saranno fornite nel corso delle lezioni.

Modalità d’esame

Colloquio teso alla verifica delle conoscenze e delle capacità critiche acquisite. Parte della prova consisterà nel riconoscimento (autore, ambito geografico-culturale, datazione, soggetto) e nel commento di una o più immagini, illustrate a lezione, e presenti nei PowerPoint forniti al termine del corso come dispensa.

Ricevimento e contatti

La docente riceve in fascia A il martedì dalle 10.30 alle 12.00 e il mercoledì dalle 16.00 alle 17.30 e per comunicazioni brevi, prima e dopo le lezioni. Per ogni dubbio, gli studenti possono sempre contattare la docente via email: cristina.borgioli@accademiadipalermo.it e cborgioli@gmail.com

 


Programma Pubblicato il Docente

Bibliografia per approfondimenti di storia dell’arte medievale (non obbligatoria).

N.B. per la bibliografia obbligatoria si veda il programma d'esame.

Artifex bonus. Il mondo dell’artista medievale a cura di E. Castelnuovo, Laterza Bari 2004.

L’arte medievale nel contesto 300-1300. Funzioni, iconografia, tecniche, a cura di P. Piva, Jaca Book, Milano, 2006 e

segg.

M. Baxandall, Giotto e gli umanisti, Jaca Book, Milano, 1994 e segg.

M. Chelli, Manuale dei simboli nell’arte. Il Medioevo, Edup, 2005 e segg.

G. Duby, Mille e non più mille, Rizzoli, Milano, 1994 segg.

U. Eco, Arte e bellezza nell’estetica medievale, Bompiani Milano, 1987 segg.

Eredità dell’Islam. Arte islamica in Italia, catalogo della mostra (Venezia 1993-94) a cura di G. Curatola, Silvana

Editoriale, Milano 1993

Exempla. La rinascita dell’antico nell’arte italiana. Da Federico II ad Andrea Pisano, catalogo della mostra (Rimini

2008), Pacini , Pisa, 2008.

C. Frugoni, La voce delle immagini. Pillole iconografiche dal Medioevo, Einaudi, Torino 2010

H. Fuhrmann, Guida al Medioevo, Laterza Bari, 1987 segg.

E. Kitzinger, Arte altomedievale, Einaudi, Torino 2005 (1944)

Giotto, l’Italia, catalogo della mostra (Milano 2015) a cura di S. Romano et alii, Electa, Milano, 2015

J. Le Goff, Il meraviglioso e il quotidiano nell’Occidente medievale, Laterza, Bari 1983 e segg.

J. Le Goff, Il corpo nel Medioevo, Laterza, Bari, 2003

J. Le Goff. L’immaginario medievale, Laterza, Bari, 1985 segg.

A. Grabar, L’arte paleocristiana 200-395. Bur, Milano, 1991 segg.

O. Grabar, Arte islamica. La formazione di una civiltà, Electa, 1989

J. Grodecki, F. Mutherich, J. Taralon, F. Wormald, Il secolo dell’anno mille, Bur, Milano, 1996 e segg.

A. Grabar, L’Età d’oro di Giustiniano, Bur, Milano, 1980 segg.

J. Hubert, J. Porcher, W. F. Volbach, L’Europa delle invasioni barbariche, Bur, Milano 1995 e segg.

M. Meiss, Pittura a Firenze e Siena dopo la Morte nera. Arte, religione e società alla metà del Trecento, Einaudi,

Torino, 1982 e segg.

A. Monciatti, L’arte nel Duecento, Einaudi, Torino, 2013

E. Panofsky, Suger abate di St. Denis, in E. Panofsky, Il Significato nelle arti visive, Einaudi, 1962 e segg., pp. 107-

145.

M. Pastoureau, Storie di pietra. Timpani e portali romanici, Einaudi, Torino, 2014

M. Tomasi, L’arte del Trecento in Europa, Einaudi, Torino, 2012

B. Zanardi, Giotto ad Assisi, Art e Dossier 17 -2003, Giunti, Firenze 2003

© 2016 Copyright all rights reserved

Questo sito impiega cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando qualunque suo elemento o cliccando sul pulsante "Accetto i cookie" acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra cookie policy. Oppure puoi personalizzare le impostazioni sui cookie.