tel. 091 580876
segreteria@accademiadipalermo.it
Ultime tendenze delle arti visive

Docente

Profile avatar placeholder large
Daniela Bigi
daniela.bigi@accademiadipalermo.it
Visualizza il profilo

Il corso si propone di fornire gli strumenti necessari per avviare una comprensione delle dinamiche, dei contenuti, delle direzioni di ricerca della produzione artistica più recente, al fine di rendere possibile un orientamento all'interno del complesso scenario delle tendenze degli ultimi decenni.

Si lavorerà su macro e micro-scala, toccando figure di calibro internazionale così come artisti e opere del panorama nazionale, senza dimenticare un’attenzione mirata al contesto locale.

Si svolgerà un attento lavoro di approfondimento sulle poetiche attraverso la lettura di testi programmatici, interviste, dichiarazioni progettuali degli artisti, mentre in tempo reale si parlerà di alcune delle manifestazioni più significative dell'attualità, delle ragioni che le sostanziano e dei display espositivi che le identificano.

Si riserverà uno spazio privilegiato all'indagine delle problematiche affrontate dagli artisti negli ultimi lustri, delle modalità attraverso le quali hanno trovato forma e dei contesti nei quali hanno ricevuto visibilità, andando alla ricerca delle radici storiche del fare e del pensare l'arte oggi.

Tutto questo in una dimensione dialettica che tenga costantemente conto della realtà del sistema/non sistema dell'arte

 

 


Programma Pubblicato il Docente
PROGRAMMA ULTIME TENDENZE 2019-2020 29 maggio 2020 Daniela Bigi
Programma Ultime Tendenze 20 giugno 2018 Daniela Bigi

BIBLIOGRAFIA

Viste le difficoltà derivanti dalla attuale situazione emergenziale, ma anche in virtù di una riflessione più generale che discende dalla mancanza, nella pubblicistica recente, di testi complessivi che possano sintetizzare il vasto ambito delle tendenze emerse negli ultimi decenni su scala planetaria, la preparazione dell’esame andrà svolta attraverso la costruzione e lo studio di un PERSONAL STUDY BOOK, che ciascuno studente realizzerà liberamente a partire da una base di letture (statement di artisti, saggi storico-critici, interviste, articoli di riviste, presentazioni in catalogo, testimonianze storiche, autobiografie, documentari) che la docente fornirà o suggerirà durante le lezioni.

Questo metodo, oltre a garantire una pluralità di punti di vista rispetto ai singoli argomenti trattati grazie alle indicazioni bibliografiche e ai materiali messi a disposizione durante lo svolgimento del corso, permetterà a ciascuno studente di approfondire in modo autonomo, e secondo percorsi di ricerca e di associazione creativi, la gran quantità di autori, opere, contesti, problematiche, dibattiti che costituiscono il vasto campo di produzione e riflessione legato ai linguaggi dell’arte contemporanea.

Gli studenti possono scegliere se realizzare il PERSONAL STUDY BOOK in formato cartaceo o ideando uno specifico progetto multimediale, pensandolo come un diario/libro di studio del tutto originale ma soprattutto in progress, utile ad accompagnarli lungo il tempo grazie ai continui possibili arricchimenti.

 

BIBLIOGRAFIA ESSENZIALE PER GLI STUDENTI CHE NON POSSONO REALIZZARE IL PERSONAL STUDY BOOK

Per gli studenti che non siano nella condizione di realizzare il PERSONAL STUDY BOOK o non siano interessati a farlo, viene indicata una bibliografia obbligatoria essenziale, ridimensionata rispetto a quella originaria a causa dell’emergenza COVID-19:

  1. Hal Foster, Rosalind Krauss, Yve-Alain Bois, Benjamin H.D. Buchloch, ARTE DAL 1900, Zanichelli, Milano, ultima edizione (10 capitoli da scegliere tra il 1960 e il 2010)
  2. AA.VV., CONTEMPORANEA. ARTE DAL 1950 A OGGI, Mondadori Electa, Milano 2008
© 2016 Copyright all rights reserved

Questo sito impiega cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando qualunque suo elemento o cliccando sul pulsante "Accetto i cookie" acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra cookie policy. Oppure puoi personalizzare le impostazioni sui cookie.