tel. 091 580876
segreteria@accademiadipalermo.it
Marcello Carriero
email: marcello.carriero@accademiadipalermo.it
ricevimento: Fascia B mercoledì 11.30-13.30
BIOGRAFIA

Programma di Fenomenologia delle arti contemporanee AA. 2018 – 2019

Accademia di belle arti di Palermo.

Fenomenologia delle arti contemporanee è un termine che definisce una disciplina che affronta l’arte recente da diverse angolazioni. Da un punto di vista ermeneutico, si occuperà della decifrazione delle opere, della loro interpretazione in quanto testi culturalmente connotati. Applicando gli strumenti della critica come, la teoria e la prassi strutturalista, l’opera d’arte si può considerare un sistema di relazioni tra elementi simbolici e unità materiali.  Non bisogna dimenticare, in oltre, che le opere che andremo a studiare sono frutto di atti umani e di manipolazioni che coinvolgono i due corpi dell’artista  e  dell’opera, infine  lo spettatore. L’artista trasmette per via di immagini che delineano campi esistenziali. Questi campi definiscono l’ambito problematico che esula da un’essenza generica, ma dove spesso è difficile definire ruoli. L’artista può essere a sua volta colui che diventa oggetto e essenza di un progetto visivo. La decostruzione di quest’attività smonta il concetto di arte quale oggetto culturale mobilitando le categorie un tempo utilizzate dalle scienze sociali ed economiche. In questo processo di destrutturazione subentra per importanza il gusto del tempo che tende ad assolutizzare. Questo processo viene assunto per sfuggire alla mutazione cui è soggetta l’arte. La variazione degli ambiti in cui l’arte acquista valore è inevitabile. Un pubblico dell’arte attratto da questo relativismo con difficoltà apprezza i cambiamenti poiché difficilmente mettono in discussione l’assoluta autorità del giudizio personale. Questo corso cerca di analizzare i limiti e le problematiche di questo giudizio, e cercherà di dare la possibilità di conoscere altro da un punto di vista oggettivo.  Si partirà, infatti, dall’ esibizione dell’opera, dalla mostra, quindi, dalla galleria e dal museo d’arte contemporanea per provare a descrivere l’origine dei giudizi, fino a estrapolarne i significati direttamente a cominciare dalla voce degli artisti. Questi caratteri sono  denotativi di una narrazione che proprio gli artisti presentano in forma opera, la cui percezione genera nel pubblico miti delle immagini, dei corpi e dei linguaggi.  Lo studio di questi linguaggi sarà il tema centrale delle ultime lezioni del corso di Fenomenologia delle arti contemporanea, studio che procederà senza ignorare lo sfondo sociale sul quale questi linguaggi si stagliano e  su cui questi linguaggi insistono.

  • Da Parigi a New York
  • Espressionismo astratto e Informale
  • Neodadaismo
  • Figurazione europea – Figurazione americana
  • L’oggetto di consumo celebrazione e critica
  • Minimalismo – arte concettuale – Arte Povera
  • Il corpo come mezzo artistico – il video come mezzo
  • Gli Iper – realismi e  la fotografia
  • Il Citazionismo
  • Neo concettuali e il sistema dell’arte
  • Arte globale e emozione locale
  • L’arte all’epoca dei Populismi.

Bibliografia

Alessandro Del Puppo, L’arte contemporanea. Il secondo Novecento, Einaudi, Torino 2013

Alessandro Dal Lago – Serena Giordano, L’artista e il potere, episodi di un relazione equivoca, Einaudi, Torino 2014

Marcello Faletra, Graffiti, poetiche della rivolta, Postmediabooks, 2015.

Ricevimento:

fascia B

Mercoledì: 11.30-13.30 palazzo Santa Rosalia, via Papireto 1, aula docenti.

Curriculum Vitae
© 2016 Copyright all rights reserved

Questo sito impiega cookie per migliorare l'esperienza dell'utente. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando qualunque suo elemento o cliccando sul pulsante "Accetto i cookie" acconsenti al loro impiego in conformità alla nostra cookie policy. Oppure puoi personalizzare le impostazioni sui cookie.