tel. 091 580876

Programma 2022/23 Fotografia 1

Programma Anatomia Artistica 2022/2023

Program of the Artistic Anatomy 2022/2023

Scheda didattica 2022/2023

Scheda didattica 22-23 2.pdf grafica 1-2

Programma Didattico-Culturale Pittura 2T

Programma Elementi di chimica applicata a restauro

Programma del corso

ELABORAZIONE DIGITALE DELL’IMMAGINE TRIENNIO (CF 6)

ELABORAZIONE DIGITALE DELL’IMMAGINE BIENNIO (CF 8)

Scheda didattica

Programma TDR 6 CFA

Scheda didattica

Programma TDR 8 CFA

programma

Programma 2022 2023

Programma

Scheda Didattica Informatica per la Grafica

Scheda Didattica Web Design 2

Scheda Didattica

programma 22/23

https://sites.google.com/abapa.education/tecniche-di-animazione-digital/programma

Programma Concept Planning

Programma per AA 2022/2023

Programma Concept Planning

Programma

Programma

Programma Didattica Musei

Nel file “programma” troverete tutte le indicazioni a proposito della modalità d’esame, la bibliografia e la filmografia.

APPLICAZIONI DIGITALI PER LE ARTI VISIVE TRIENNIO (6)

Tecnologia dei materiali per la grafica

Xilografia Biennio Genna

Didattica Terzo Anno

Programma secondo anno

Programma Grafica d’Arte 1

Programma

Prof. Rosario Perricone
Antropologia dell’arte

Testi
Gell, Alfred, 2021, “Arte e agency. Una teoria antropologica”, Raffaello Cortina, Milano.
Ingold, Tim, 2019, “Making. Antropologia, archeologia, arte e architettura”, Raffaello Cortina, Milano.
Severi, Carlo, 2018, “L’oggetto-persona. Rito, memoria, immagine”, Einaudi, Torino.

Altri testi di riferimento per lo studio individuale e la discussione in classe saranno segnalati e distribuiti nel corso delle lezioni.

Per chi non avesse seguito il corso di antropologia al triennio, o per chi avesse difficoltà a comprendere i concetti di base dell’antropologia, si consiglia di consultare:
Fabio Dei, Antropologia Culturale, Il Mulino 2016.
James Clifford, I frutti puri impazziscono, Bollati Boringhieri, Torino 1992 (in particolare i capitoli: 1-4)

perogramma anno 22 23

perogramma anno 22 23

perogramma anno 22 23

Programma SCENOTECNICA2

Programma SCENOTECNICA1

scheda didattica 22-23

scheda didattica 22-23

scheda didattica 22-23

Programma Disegno per la Pittura

Scheda didattica

Scheda didattica

Scheda didattica

Contiene molte informazioni sul corso e il programma

scheda didattica

scheda didattica

scheda didattica

Scheda didattica

Scheda didattica

Scheda didattica

Scheda didattica

Scheda didattica

Scheda didattica

scheda didattica

scheda didattica

Programma Anatomia Artistica 2022/2023

Program of the Artistic Anatomy 2022/2023

Estetica 6 cfa

Estetica 8 cfa

2022-23 Program History of ancient art The Severe style in Sicily

2022-23 Programma Storia dell’arte antica Arte Severa in Sicilia

Program History of graphic arts-BIENNIO 2022-23

2022-23 Programma, Storia del disegno e della grafica d’arte, BIENNIO, Scarabocchio

Program history of graphic arts-Triennio 2022-23

2022-23 Programma Storia del disegno e della Grafica d’arte-Triennio, Grafica ricchezza per testi

Programma didattico A.A. 2022 – 2023

Programma didattico A.A. 2022 – 2023

Programma didattico A.A. 2022 – 2023

Fenomenologia delle arti contemporanee 2022/23

Restauro dei dipinti su supporto ligneo 3

Programma Scenografia 2 T

Programma Scenografia 3 T

Scheda didattica 22_23

programma 22-23

programma 22-23

Programma x i corsi di Pittura e Graphiic Design 22/23

PROGRAMMA CORSI scultura, Didattica, Exhibition, Grafica d’arte 22/23

Programma Pittura De Filippi

Programma Pittura De Filippi

Programma Pittura De Filippi

Programma Pittura De Filippi

Programma Pittura De Filippi

Scheda didattica e programma

Scheda didattica e programma

PROGRAMMA IN INGLESE

PROGRAMMA IN ITALIANO

PROGRAMMA IN INGLESE

PROGRAMMA IN ITALIANO

PROGRAMMA IN INGLESE

PROGRAMMA IN ITALIANO

PROGRAMMA IN INGLESE

PROGRAMMA IN ITALIANO

SCHEDA DIDATTICA

SCHEDA DIDATTICA

Estetica delle Arti visive

Programma Triennio 2022-23

Programma Biennio 2022-23

Linguaggi dell’Arte Contemporanea 2022/2023

Ultime Tendenze delle Arti Visive

Ultime Tendenze delle Arti Visive

Storia dell’Arte Contemporanea 2022/2023

programma design del tessuto 2022/2023

programma did. 2022/2023

Programma Didattico 2022/2023

programma 2022 2023

programma 2022 2023

programma 2022 2023

Fenomenologia delle arti contemporanee

Il programma didattico per l’anno accademico 2022 – 2023 si concentrerà sui fenomeni di arte contemporanea analizzato a partire dai suoi aspetti più recenti. Da vent’anni l’arte sembra non attenersi alla linea di continuità del modernismo e, tanto meno alla divagazione onnivora del post – modernismo, oggi la linea comune è quella di una nuova forma di arte politica che: “s’interroga su alcune emergenze del nostro tempo.” (V. Trione) Gli artisti che superano il clamore della cronaca per introdurre un nuovo presente attraverso atti concreti e visionari.

Fenomenologia delle arti contemporanee

Il programma didattico per l’anno accademico 2022 – 2023 si concentrerà sui fenomeni di arte contemporanea analizzato a partire dai suoi aspetti più recenti. Da vent’anni l’arte sembra non attenersi alla linea di continuità del modernismo e, tanto meno alla divagazione onnivora del post – modernismo, oggi la linea comune è quella di una nuova forma di arte politica che: “s’interroga su alcune emergenze del nostro tempo.” (V. Trione) Gli artisti che superano il clamore della cronaca per introdurre un nuovo presente attraverso atti concreti e visionari.

Programma didattico Informatica per la grafica

Programma iconografia e disegno anatomico 2022/2023

Iconography and anatomical drawing program

Iconography and anatomical drawing program

Fenomenologia delle arti contemporanee -Phenomenology of Contemporary Arts Program

Il programma didattico per l’anno accademico 2022 – 2023 si concentrerà sui fenomeni di arte contemporanea analizzato a partire dai suoi aspetti più recenti. Da vent’anni l’arte sembra non attenersi alla linea di continuità del modernismo e, tanto meno alla divagazione onnivora del post – modernismo, oggi la linea comune è quella di una nuova forma di arte politica che: “s’interroga su alcune emergenze del nostro tempo.” (V. Trione)
english version
The course program 2022 – 2023 will focus on the phenomena of contemporary art analyzed starting from its most recent aspects. For twenty years, art seems not to stick to the line of continuity of modernism and, much less to the omnivorous digression of post – modernism, today the common line is that of a new form of political art which: “questions some emergencies of our time. ” (V. Trione)

Programma 2022/23

programma tecniche della scultura

programma triennio scultura

Programma didattico AA 2022/23

Programma didattico AA 2022/23

Programma didattico AA 2022/23

Programma didattico Web Design 2

Programma didattico Web Design 1

Programma Didattico 2022/2023

Programma Didattico 2022/2023

Programma Didattico 20212/2023

Programma Didattico 20212/2023

Programma Didattico 2022/2023

Programma Didattico 2022/202

Programma A.A. 2022-23

Programma A.A. 2022-23

Programma A.A. 2022-23

Programma A.A. 2022-23

Programma A.A. 2022-23

Tecniche della ceramica – Programma didattico

Tecniche della ceramica – Programma didattico

Fotografia Digitale 2

Fotografia_Frapiccini

Fotografia_Frapiccini

FRAPICCINI

Programma di Teatro di Figura

Programma Laboratorio
• Realizzazione e movimentazione delle OMBRE, scelta e scrittura di un testo e realizzazione di un trailer di presentazione per uno spettacolo delle ombre, su tema scelto dagli allievi

Programma teorico
• Storia italiana delle marionette e dei burattini, due idee di teatro radicalmente diverse
che comportano una diversa fruizione e un diverso pubblico.
• Vittorio Podrecca
• I Colla a Milano
• Romano Danielli in Emilia
• Le guarattelle Napoletane
• Le vastasate, il Cunto, i Tutui e l’Opera dei Pupi
• Visita presso il teatro e laboratorio dell’Associazione f.lli Cuticchio
• Visita presso Palazzo Branciforte, collezione storica di Giacomo Cuticchio
• Visita al Museo Internazionale delle Marionette
• Cenni sulle culture extra europee
• Il teatro delle ombre
• Cenni sulle avanguardie artistiche da Kleist a Gordon Craig
• Manifesto Dogmar 2005
• Approfondimenti sul teatro di figura contemporaneo in Italia, attraverso il lavoro di
“Teatro, gioco, vita”, Fabrizio Montecchi, Anusc Castiglioni, Marta Custunà, Fabiana Iacozzilli

Programma di Teatro di Figura

programma biennio scenografia per il teatro

Oggetto fondamentale del Biennio Specialistico sarà la pratica del fare teatro, saranno realizzati pertanto un laboratorio di pittura di scena ed uno spettacolo nel corso dell’anno accademico

Ultime Tendenze delle Arti Visive 2021/2022

Ultime Tendenze delle Arti Visive 2021/2022

Linguaggi dell’Arte Contemporanea 2021/2022

Linguaggi dell’Arte Contemporanea 2021/2022

Storia dell’Arte Contemporanea 2021/2022

Storia dell’Arte Contemporanea 2021/2022

Programma didattico 2021/22

Programma 2021/2022

Programma Anno accademico 2021/22

Programma Didattico 2021/2022

programma storia della musica

Tecniche e materiali delle arti contemporanee

Programma Allestimento degli spazi espositivi – ABVPA 64

OBIETTIVI FORMATIVI
L’allestimento degli spazi espositivi sin dal’Ottocento con le prime Esposizioni Universali istituisce un processo creativo che mira a mettere in stretta relazione l’oggetto da esibire con il luogo destinato all’esposizione.
Il corso ha l’obiettivo primario di fornire gli strumenti utili per poter affrontare autonomamente un progetto allestivo in tutte le sue forme e tipologie, passando dall’ideazione alla realizzazione pratico/esecutiva. Parallelamente si ritiene fondamentale stimolare l’attenzione degli studenti sulle molteplici possibilità progettuali parziali o totali, che siano misurati interventi o importanti composizioni spaziali dei luoghi, attraverso gli strumenti tipici del lavoro dell’architetto e dello scenografo: materiali, forma, colore, luce, tecniche.
A tal fine sarà sviluppato lo studio di contenuti di riferimento storico-artistico e contemporanei, di concetti di comunicazione e di antropologia culturale fino ad arrivare alle più alte forme espressive ed innovative del settore. Il progetto dovrà trovare le proprie radici in un concetto chiaro e preciso che leghi l’interpretazione degli oggetti da esporre e lo spazio allestitivo (edifici, padiglioni fieristici, gallerie, spazi pubblici, ecc).
Si intende formare lo studente affinché sia in grado di creare esperienze che connettano committenti e fruitori, attraverso un modo di operare sempre alla ricerca di un perfetto equilibrio fra innovazione tecnico – organizzativa, qualità, materiali e contenuti. Inoltre l’approfondimento del metodo progettuale vuole condurre gli allievi a sviluppare capacità di elaborazione critica di un’idea allestitiva, stimolandolo ad associare un concetto chiave all’ideazione della forma. Al termine del corso gli studenti dovranno infine aver assimilato il principio della modulazione dello spazio, di organizzazione delle superfici e dei supporti espositivi al fine di raggiungere efficaci soluzioni progettuali compatibili con il budget stanziato dal committente
PREREQUISITI
L’allievo deve essere a conoscenza dei metodi di rappresentazione progettuale tramite le proiezioni ortogonali, assonometrie e prospettive e deve possedere la capacità di quotare un disegno tecnico e metterlo nella scala opportuna.
E’ altresì importante una preconoscenza delle tecniche legate alla composizione spaziale a cominciare dalle regole della geometria sino alle teorie della percezione.
Gli studenti devono poi conoscere la storia dell’arte con particolare riferimento alle espressioni artistiche che vanno dal modernismo alla contemporaneità.
METODI DIDATTICI E CONTENUTI DEL CORSO
Gli allievi saranno guidati ad approfondire le tematiche legate all’allestimento di spazi espositivi a prescindere che esse prevedano o meno oggetti fisici da mostrare. Contemporaneamente saranno invitati a sviluppare un progetto allestitivo destinato ad uno specifico luogo prestando attenzione ai materiali impiegati, alle tecniche costruttive e ai costi da affrontare.
La disciplina sarà affrontata sia sotto l’aspetto teorico che pratico per la conoscenza e l’acquisizione metodologica dell’intero processo creativo. L’aspetto teorico sarà supportato dal materiale appositamente organizzato dal docente sotto forma di presentazione e sarà condiviso con gli studenti per una facile acquisizione dei concetti.
Tre lezioni saranno dedicata all’approfondimento, curato dagli alunni, di alcuni progetti espositivi ritenuti rilevanti per l’introduzione di temi significativi come: il percorso espositivo, la modulazione dello spazi, la creazione di un luogo, la fruizione. Sarà importante soffermarsi sull’esperienza multisensoriale ai fini di dare rilievo all’oggetto da mostrare che dovrà dare il giusto peso a contenuti considerati indispensabili.
I progetti esaminati dovranno essere affrontati in modo approfondito e critico non solo attraverso immagini relative ai progetti scelti ma dovranno essere evidenziati i temi sviluppati e le peculiarità di ciascun allestimento, dalle strategie competitive alle caratteristiche dello spazio. Sarà affrontata altresì la rielaborazione di piante, sezioni, prospetti e percorsi.
Terminata questa prima fase, due lezioni saranno dedicate agli elementi di design presenti all’interno di un allestimento a partire dal pannello espositivo. Contemporaneamente particolare attenzione sarà rivolta al lessico e alla sintassi tipiche della progettazione approfondendo l’attenzione sui temi della struttura, dei moduli, dell’esposizione. Ogni tema, introdotto durante le lezioni, sarà rielaborato dagli studenti che dovranno evidenziare le potenzialità espressive legate alla composizione delle superfici.
A questa prima parte introduttiva si propone una ricognizione analitica (dalla fine del XVIII secolo ai giorni nostri) che metta in evidenza la varietà delle tipologie allestiti, siano esse di tipo museale, temporaneo, installativo, fieristico o inerenti all’ambito del Visual Merchandising. Il confronto con alcune esperienze progettuali vuole offrire agli studenti i riferimenti delle sperimentazioni in essere nel campo dell’allestimento di spazi espositivi, tale studio verrà integrato con le ricerche dei vari movimenti di avanguardia della prima metà del Novecento che hanno dato origine a differenti interpretazioni dello

spazio espositivo. Durante questa fase teorica verranno esaminati diversi progetti realizzati da importanti esponenti come Mies van Der Rose, Franco Albini, Carlo Scarpa, Achille e Pier Giacomo Castiglioni, Renzo Piano, Ugo la pietra, Enzo Mari, Gianni Colombo, Peter Greenaway e tanti altri. Verrà anche dato molto spazio a realtà e studi di progettazione contemporanei come Studio Azzurro, Antony Gormley, Italo Rota, Carlo Ratti, Gianni Colombo, Piero Guicciardini e Marco Magni, Adolfo Natalini, realtà come Bureau Betak e tanti altri.
Il programma svilupperà in dettaglio anche le seguenti tematiche:
– Obiettivi del progetto: Interpretare e focalizzare le richieste del cliente, individuazione dell’ambito operativo, documentazione su quanto è stato realizzato in merito
– Lo Spazio: Concetto di spazio e sua rappresentazione. Affrontare la progettazione sia che essa sia ambientata in un luogo specifico sia che essa debba essere sviluppata più liberamente
– La Forma: Concetto di forma e funzione, analisi degli aspetto volumetrici, analisi degli aspetti realizzativi
– La Funzionalità: Coniugare ‘utilitas’ e ‘venusta’. Analisi dei flussi ricettivi. Individuazione delle funzioni standard per tipologia di progetto
– I Materiali: Individuare i materiali migliori per la resa del progetto specifico. Analisi nei termini di costi/benefici, resa estetica/durabilità.
– I Colori: Gli aspetti percettivi e psicologici del colore. Come utilizzarlo a seconda delle caratteristiche progettuali
– L’illuminazione: Come ottenere un’illuminazione efficiente. Analisi delle varie possibilità illuminotecnica siano esse su binari. Incassati o supportati da stativi
– Comunicazione e Grafica: Come presentare al meglio l’idea progettuale. Possibilità dei programmi da usare. Punti chiave per ottenere efficienza e chiarezza comunicativa
– Tecnologie multimediali: Come utilizzare i supporti multimediali di ultima generazione: dai Led-screen, alle interazioni touch.screen, alle proiezioni, alle docce dolore, alla realtà virtuale, ai sistemi di diffusione sonora
Sono previste anche delle uscite didattiche sul territorio come per esempio la visita a Palazzo Abatellis, una delle prime e più brillanti lezioni di museografia curata dal’architetto Carlo Scarpa.
La parte laboratoriale sarà suddivisa in due periodi durante i quali gli studenti avranno l’opportunità di imbattersi nella progettazione di spazi allestitivi di vario tipo su tema assegnato. In tal modo verrà offerta la possibilità di confrontarsi direttamente con le difficoltà creative, rappresentative ed esecutive del progetto allestito. Si darà l’opportunità di confrontarsi sia singolarmente che in gruppo con le problematiche che dovranno affrontare con l supporto costante del docente.

L’ambito del primo progetto in cui gli allievi applicheranno i temi proposti in aula riguardano nella prima esercitazione, il centro storico di Palermo. Gli studenti, divisi in gruppi, si occuperanno della riprogettazione di percorsi turistici di un mandamento assegnato. Si dovranno prevedere gli ingressi, la definizione di una nuova segnaletica e la riprogettazione degli attuali percorsi attraverso la selezione degli argomenti e la creazione di un adeguato progetto grafico, interattivo ed efficace per la trasmissione delle informazioni.
Il secondo intervento prevede la progettazione di un piccolo padiglione destinato ad un’esposizione temporanea all’interno di uno dei mandamenti. Requisiti fondamentali saranno il facile montaggio e smontaggio e la possibilità di modulare il padiglione a seconda delle necessità e del contesto.
Le progettazione comprende la definizione particolareggiata del progetto espositivo sia sotto l’aspetto grafico che dei disegni tecnici, materiali e costi.
Alla fine di ognuna delle fasi progettuali gli alunni esporranno il frutto del loro lavoro sottoforma di presentazione omnicomprensiva.
MODALITA’ DI VALUTAZIONE FINALE
Durante tutta la durata del corso verranno fatte delle verifiche teorico/pratiche inerenti l’argomento di studio trattato. Al termine del corso gli studenti dovranno proporre un piccolo progetto installativo su tema indicato e un diario progettuale costituito da schizzi dell’idea, con all’interno intenti, inspirazioni, ripensamenti, references legati al propria esperienza progettuale. L’esame orale prevede anche domande teoriche su quanto studiato durante il corso.
La valutazione finale avverrà attraverso un esame orale mediante l’analisi di un progetto espositivo le cui caratteristiche saranno concordate preventivamente

Programma 2 anno,scenografia -Lo Iacono

Programma 1 anno scenografia ,Lo Iacono

PROGRAMMA DIDATTICO

programma ch industriale aa 21-22

Programma elementi di grafica editoriale

Programma Elementi di grafica editoriale

REGIA BIENNIO

REGIA TRIENNIO

programma triennio

Programma

programma fotografia per i beni culturali

programma, modalità d’esame e bibliografia

programma fotografia digitale

programma, modalità d’esame e bibliografia

programma fotografia

programma, modalità d’esame e bibliografia

programma fotografia

programma, modalità d’esame e bibliografia

programma fotografia per i beni culturali

programma, modalità d’esame e bibliografia

programma fotografia 1

programma, modalità d’esame e bibliografia

programma fotografia

programma, modalità d’esame e bibliografia

Principi e tecniche della Terapeutica Artistica

Programma Inglese Avanzato_2021-22

Programma Inglese per la comunicazione artistica 2_2021-22

Programma Inglese per la comunicazione artistica 1_2021-22

Programma Allestimento degli spazi espositivi

L’allestimento degli spazi espositivi sin dal’Ottocento con le prime Esposizioni Universali istituisce un processo creativo che mira a mettere in stretta relazione l’oggetto da esibire con il luogo destinato all’esposizione.

Il corso ha l’obiettivo primario di stimolare l’attenzione degli studenti sulle molteplici possibilità progettuali parziali o totali, che siano misurati interventi o importanti composizioni spaziali dei luoghi, attraverso gli strumenti tipici del lavoro dell’architetto e dello scenografo: materiali, forma, colore, luce, tecniche.
A tal fine sarà sviluppato lo studio di contenuti di riferimento storico-artistico e contemporanei, di concetti di comunicazione e di antropologia culturale fino ad arrivare alle più alte forme espressive ed innovative del settore. Il progetto dovrà trovare le proprie radici in un concetto chiaro e preciso che leghi l’interpretazione degli oggetti da esporre e lo spazio allestitivo (edifici, padiglioni fieristici, gallerie, spazi pubblici, ecc).
Si intende formare lo studente affinché sia in grado di creare esperienze che connettano committenti e fruitori, attraverso un modo di operare sempre alla ricerca di un perfetto equilibrio fra innovazione tecnico – organizzativa, qualità, materiali e contenuti. Inoltre l’approfondimento del metodo progettuale vuole condurre gli allievi a sviluppare capacità di elaborazione critica di un’idea allestitiva, stimolandolo ad associare un concetto chiave all’ideazione della forma.

Programma Allestimento degli spazi espositivi

L’allestimento degli spazi espositivi sin dal’Ottocento con le prime Esposizioni Universali istituisce un processo creativo che mira a mettere in stretta relazione l’oggetto da esibire con il luogo destinato all’esposizione.
Il corso ha l’obiettivo primario di fornire gli strumenti utili per poter affrontare autonomamente un progetto allestivo in tutte le sue forme e tipologie, passando dall’ideazione alla realizzazione pratico/esecutiva. Parallelamente si ritiene fondamentale stimolare l’attenzione degli studenti sulle molteplici possibilità progettuali parziali o totali, che siano misurati interventi o importanti composizioni spaziali dei luoghi, attraverso gli strumenti tipici del lavoro dell’architetto e dello scenografo: materiali, forma, colore, luce, tecniche.
A tal fine sarà sviluppato lo studio di contenuti di riferimento storico-artistico e contemporanei, di concetti di comunicazione e di antropologia culturale fino ad arrivare alle più alte forme espressive ed innovative del settore. Il progetto dovrà trovare le proprie radici in un concetto chiaro e preciso che leghi l’interpretazione degli oggetti da esporre e lo spazio allestitivo (edifici, padiglioni fieristici, gallerie, spazi pubblici, ecc).
Si intende formare lo studente affinché sia in grado di creare esperienze che connettano committenti e fruitori, attraverso un modo di operare sempre alla ricerca di un perfetto equilibrio fra innovazione tecnico – organizzativa, qualità, materiali e contenuti. Inoltre l’approfondimento del metodo progettuale vuole condurre gli allievi a sviluppare capacità di elaborazione critica di un’idea allestitiva, stimolandolo ad associare un concetto chiave all’ideazione della forma. Al termine del corso gli studenti dovranno infine aver assimilato il principio della modulazione dello spazio, di organizzazione delle superfici e dei supporti espositivi al fine di raggiungere efficaci soluzioni progettuali compatibili con il budget stanziato dal committente

Programma Allestimento degli spazi espositivi

L’allestimento degli spazi espositivi sin dal’Ottocento con le prime Esposizioni Universali istituisce un processo creativo che mira a mettere in stretta relazione l’oggetto da esibire con il luogo destinato all’esposizione.
Il corso ha l’obiettivo primario di fornire gli strumenti utili per poter affrontare autonomamente un progetto allestivo in tutte le sue forme e tipologie, passando dall’ideazione alla realizzazione pratico/esecutiva. Parallelamente si ritiene fondamentale stimolare l’attenzione degli studenti sulle molteplici possibilità progettuali parziali o totali, che siano misurati interventi o importanti composizioni spaziali dei luoghi, attraverso gli strumenti tipici del lavoro dell’architetto e dello scenografo: materiali, forma, colore, luce, tecniche.
A tal fine sarà sviluppato lo studio di contenuti di riferimento storico-artistico e contemporanei, di concetti di comunicazione e di antropologia culturale fino ad arrivare alle più alte forme espressive ed innovative del settore. Il progetto dovrà trovare le proprie radici in un concetto chiaro e preciso che leghi l’interpretazione degli oggetti da esporre e lo spazio allestitivo (edifici, padiglioni fieristici, gallerie, spazi pubblici, ecc).
Si intende formare lo studente affinché sia in grado di creare esperienze che connettano committenti e fruitori, attraverso un modo di operare sempre alla ricerca di un perfetto equilibrio fra innovazione tecnico – organizzativa, qualità, materiali e contenuti. Inoltre l’approfondimento del metodo progettuale vuole condurre gli allievi a sviluppare capacità di elaborazione critica di un’idea allestitiva, stimolandolo ad associare un concetto chiave all’ideazione della forma. Al termine del corso gli studenti dovranno infine aver assimilato il principio della modulazione dello spazio, di organizzazione delle superfici e dei supporti espositivi al fine di raggiungere efficaci soluzioni progettuali compatibili con il budget stanziato dal committente

Programma 2022

Programma del Corso di Beni Culturali e Ambientali

Il corso di Beni Culturali e Ambientali affronta le questioni teoriche, storiche e metodologiche che attengono al patrimonio culturale materiale e immateriale e ai paesaggi culturali, con approfondimenti legati alle categorie dei beni archeologici, archivistici e librari, storico-artistici.

Le ombre, la luce. Il corpo nel mondo.

Il corso propone una riflessione approfondita sul corpo ( umano, animale, sociale, artificiale, geologico, urbano ) come soggetto della rappresentazione visiva, nelle arti, nei mass media, nelle funzioni rituali e religiose.
Nello specifico verrà approfondito il corpo umano al centro delle indagini filosofiche e psicoterapeutiche, con l’intento di delineare il tema caro agli artisti che verranno approfonditi; non ultimo si approfondirà l’anatomia descrittiva del corpo umano a carattere scientifico.
Le ombre, la luce. Il corpo nel mondo.

Restauro manufatti scolpiti in legno

Programma di Storia dell’Arte Contemporanea 21-22

Programma di Fenomenologia dei Media

Programma di Fenomenologia dei Media

Programma_Computer_Graphics

programma SAC 21/22

tecniche calcografiche sperimetali

Scheda didattica 21-22

Programma didattico 21-22

Scheda didattica 21-22

Programma didattico 21-22

Scheda didattica 2021/22

Programma didattico

Scheda didattica 2021/22

Programma didattico

Programma didattico

Programma e scheda didattica

animazione2_biennio_21_22

Il reale vissuto, programma Buzzotta

Il reale vissuto, programma Buzzotta

Scheda didattica arte antica

Scheda didattica arte antica

Programma A.A. 2021/2022

Programma di Storia dell’arte contemporanea 2

Il corso di Storia dell’arte contemporanea per l’A. A. 2021/2022 per l’indirizzo “Fumetto” affronterà il
percorso storico e storiografico relativo all’arte moderna e contemporanea con particolare attenzione ad
alcuni “casi studio” che delineano la congiuntura ossia quegli aspetti della modernità dai quali non si può
prescindere come: “il rivolgersi dal passato al futuro, accettazione del rischio, onnipresente mutamento, la
malleabilità del tempo e dello spazio” (T. J. Clark). Il corso si prefigge, quindi, di fornire il quadro più
completo ed esauriente dei movimenti di avanguardia restando sempre lontano dalla mitizzazione e dalla
celebrazione della novità per inquadrare linguaggi e movimenti nel contesto in cui questi operano e
insistono.

PROGRAMMA TEATRO DELLA FESTA 2021 22

scheda didattica

Scheda didattica

Programma

Programma

Programma

Programma Anno Accademico 2021/2022

DECORAZIONE

DECORAZIONE

DECORAZIONE

DISEGNO PER LA PITTURA

DISEGNO PER LA PITTURA

DECORAZIONE

Programma didattico Design del gioiello

PROGRAMMA

BIBLIOGRAFIA

Tecniche pittoriche (8 cfa)

SCHEDA DIDATTICA

Programma, bibliografia, modalità d’esame

PROGRAMMA DIDATTICO – CULTURALE

PROGRAMMA DIDATTICO – CULTURALE

programma didattico aa 21-22

Scheda didattica Tecniche Pittoriche 8 cfa

DRAMMATURGIA MULTIMEDIALE

DIGITAL VIDEO II

DIGITAL VIDEO II

Tecniche e tecnologie della pittura (6/8 cfa)

Programma Audio e Mixaggio 2021/22

Scheda didattica 21-22

2021/2022 Programma Storia del disegno e della grafica d’arte-Biennio

Programma 2021/2022 Storia del disegno e della grafica d’arte-Triennio

Scheda didattica a.a.2021/22

programma del corso

programma del corso

Programma del corso congiunto di Graphic design II (T + B) comprensivo di bibliografia.
I materiali del corso sono caricati nelle rispettive aule Classroom.

Scheda Didattica a.a. 21/22 – Web Design (B)

Programma Didattico a.a. 21/22 – Web Design (B)

Scheda didattica

Programma Tecniche di Documentazione 2021/2022

programma 2021/22

programma 3° anno

programma 2° anno

programma 1° anno

scheda didattica

scheda didattica design del tessuto triennio

scheda didattica

programma di litografia

Scheda Didattica 21/22

Programma 21/22

Programma A.A. 2021/2022

Programma SAC Arte e Politica

Programma del Corso di Storia dell’arte contemporanea per i corsi di Pittura e Design Grafico

Programma SAC

Programma per i corsi di Scultura, Grafica d’Arte, Exhibition Design

Scheda didattica

Scheda didattica di Storia del costume, A.A. 2021 – 2022 (Prof. Giancarlo Germanà Bozza)

Programma didattico AA 2021/22

Programma didattico AA 2021/22

Programma

Programma

Programma

Programma

Programma

Programma

Programma

Programma didattico, Restauro dipinti su supporto tessile

programma tecniche dei dipinti su supporto ligneo e tessile per il restauro

Programma pittorico 2

Tecnologia dei materiali per il restauro

Disegno per il restauro

programma tecniche della lavorazione del legno

Chimica applicata al restauro

programma restauro dipinti 2

programma materiali sintetici

Programma Tecniche della lavorazione dei materiali tessili

programma didattico elementi di chimica

Programma didattico

Restauro dei dipinti su supporto ligneo 2

Argomenti programma

Programma Disciplina

Scheda Didattica

SCHEDA DIDATTICA

Gabinetto Disegni Stampe e Matrici

Il Museo dell’Accademia ha in sé anche il Gabinetto dei Disegni, Stampe e Matrici, fondato nel 2012 dal prof. Riccardo Mazzarino con l’alto supporto dell’Istituto Centrale per la Grafica di Roma

programma 2021 serigrafia

programma 2021 Grafica d’Arte

Scheda didattica_Inglese per la comunicazione artistica 1_2020-2021

Scheda didattica_Inglese avanzato_2020-2021

Scheda didattica_secondo semestre

Scheda didattica_primo semestre

programma 20.21

programma 20.21

programma 20.21

programma 20.21

programma 20.21

programma completo per tutti i corsi

Progettazione multimediale 2

Progettazione multimediale 1

programma 2021

Programma 2021

programma didattico

Prof. Francesco Pantaleone

Programma del corso

programma didattico chimica industriale

Programma 2021

Programma Inglese Triennio- Inglese per la comunicazione artistica Triennio_2020-21

© 2022 Copyright all rights reserved